Presentazione ufficiale del libro “Il fantasma di Girolamo Riario.” - Un racconto storico riportato in luce dopo cinque secoli.

04.09.2012 18:36


Venerdì 21 settembre 2012 alle 20.30 verrà presentato dall’autore presso la galleria MAF ARTE in Corso Mazzini 20 a Forlì, un interessante racconto storico intitolato "Il fantasma di Girolamo Riario".

Scritto dal forlivese Ivo Ragazzini, il racconto riprende alcuni fatti realmente accaduti a Forlì tra il 2010 e il 2011, quando alcune persone raccontarono di aver visto dentro l'antico palazzo comunale un fantasma che se ne andava in giro piuttosto malconcio lamentandosi.
Costoro raccontarono pure la stranezza di averlo visto “danzare” come se fosse sospeso nel nulla. fuori da una finestra del primo piano.

Ma chi era quel fantasma e chi l'aveva conciato così?
Secondo l’autore quel fantasma era Girolamo Riario, nipote di Papa Sisto IV e primo marito di Caterina Sforza, assassinato in quel palazzo per un vecchio regolamento di conti nientepopodimeno che con Lorenzo il Magnifico, per una vicenda rimasta torbida e in ombra per secoli.
Il libro è un'incredibile intervista a due tra un acchiappafantasmi e un testimone dell’avvistamento che racconta di essere un discendente di alcuni congiurati che assassinarono Riario e di essersi tramandati di padre in figlio attraverso i secoli, i ricordi e i fatti di quello che successe, e racconta e svela a ritroso nel tempo, cosa accadde veramente, in un crescendo di fatti e cose dimenticati dalla storia da oltre cinque secoli.

“Quel libro contiene fatti e particolari riscoperti dopo secoli, di cui nessuno sa più nulla e sarà una sorpresa per molti appassionati di storia e non solo per loro.”
“Ad esempio nessuno sa più oggi dov'era la vera stanza delle ninfe dove fu assassinato Riario, ne il vero motivo per cui fu assassinato e chi furono i veri mandanti.”
“Quella stanza si trovava dentro il palazzo comunale di Forlì e fu fatta distruggere da Caterina Sforza subito dopo il suo assassinio e non fu mai più ricostruita per motivi ben spiegati in questo racconto, ma ora grazie alle indicazioni contenute in questo libro è possibile per chiunque ritrovare il punto esatto dove si trovava cinque secoli fa.”
Spiega l’autore.
“Inoltre il libro spiega accuratamente come Riario cercò di far assassinare Lorenzo il Magnifico da due preti sicari, che tentarono di impiantargli un coltello tra la coppa e il collo mentre era inginocchiato e con il capo abbassato in preghiera dentro il duomo di Firenze, nella famosa congiura dei Pazzi, di cui Riario era il vero mandante e di una taglia e una compagnia di sicari fiorentini che si tirò dietro subito dopo quell’attentato fallito.”
“Quel libro spiega pure per la prima volta assoluta, perché Caterina Sforza fu falsamente accusata per secoli di aver mostrato le sue vergogne dagli spalti della rocca di Ravaldino ai suoi nemici che gli chiedevano di arrendersi e come andarono invece le cose.”
Naturalmente spiega pure perché il fantasma fu visto “danzare” fuori da una finestra del palazzo comunale di Forlì.”
“Di fatto si tratta un pezzo di storia dimenticata, ritrovata e riportata in luce dopo secoli ed è sotto questa ottica che andrebbe visto”, conclude l’autore che da l'appuntamento a tutti il 21 settembre alle 20.30 in Via Mazzini 20 a Forlì, per la presentazione ufficiale.


 Il Fantasma di Girolamo Riario – di Ivo Ragazzini
http://ivoragazzini.webnode.it/ - ivrag@email.it
isbn 978-88-6713-024-5 - Luglio 2012 - 143 pagine  €15,00 - MJM Editore - Monza 




L'autore
Ivo Ragazzini, è uno scrittore forlivese alla sua seconda pubblicazione.
Ha scritto nel 2011 “San Silvio e il drago” ISBN – 978-88-6354-415-2
Sacco editore di Roma.  
Il libro uscito l'anno scorso, si è subito piazzato bene in tre concorsi nazionali.
Premio speciale Abacena romanzo 2010 quando ancora non era edito, quinto posto al premio “Giovanni Gronchi” novembre 2011, finalista al concorso Gioacchino Belli dicembre 2011 in Campidoglio a Roma.
A distanza di un anno torna ora con  “Il Fantasma di Riario”, dove l'autore avendo saputo quasi per caso dell'avvistamento di un fantasma nel comune di Forlì, ha indagato quel fatto e ricostruito a ritroso nel tempo, un racconto storico con un taglio unico e originale.
All'autore piace scrivere di avventura, indagare il mistero, ma soprattutto il genere storico, tant'è che sta scrivendo altri  romanzi e racconti storici, che intende sottoporre prima o poi agli editori.
Per altre info potete contattarlo a  ivrag@email.it
o visitare il suo sito.
http://ivoragazzini.webnode.it/